Eolico off shore nel Golfo di Gela, nuovo stop dal Comune di Licata

Nuovo stop per il progetto di eolico off shore nel Canale di SiciliaIl giornale on line Agrigento Web riporta la notizia di un nuovo stop al progetto di parco eolico di fronte a Licata. Il sindaco della cittadina, Angelo Graci, ha infatti diramato alla stampa locale una nota per ribadire la sua contrapposizione al progetto, proposto dalla società Energia Rinnovabile S.r.l. di Trapani, di installare nelle acque del Canale di Sicilia 156 aerogeneratori.

Licata non è l'unico Comune interessato dal progetto delle torri eoliche che, se venissero realizzate, sarebbero visibili anche da Agrigento e Palma di Montechiaro. Non è la prima volta che questo grosso impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili riceve delle critiche: nel settembre dello scorso anno si era pronunciata in senso contrario anche la Soprintendenza ai Beni Archeologici e Culturali della limitrofa provincia di Caltanissetta.

Le opposizioni dei sindaci, però, potrebbero essere vane: la recente legge n.99/2009, infatti, prevede la competenza esclusiva dello Stato per gli impianti eolici off shore e poco o nulla potranno fare Regioni e Comuni per bloccare un progetto approvato dal Ministero dell'Ambiente.

La cosa più interessante dell'eolico nel Canale di Sicilia, però, è che di progetti ce ne sono almeno due: uno è quello appena descritto, l'altro è un progetto congiunto Enel-Moncada Energy. Quest'ultimo, tra l'altro, è un piccolo giallo perchè è stato annunciato in pompa magna da entrambe le società ma, allo stato attuale, dal sito del Ministero sembrerebbe che non sia stato depositata alcuna richiesta di autorizzazione. Eppure, in un comunicato stampa del 6 agosto scorso della Regione Sicilia, Enel affermava:

Enel si impegna ad aumentare di almeno 400 MW nei prossimi quattro anni la produzione di energia da fonti rinnovabili, anche attraverso nuovi impianti eolici “on” e “off-shore” e lo sviluppo del “minieolico”, con impianti di piccola taglia. L’investimento previsto è di circa un miliardo di euro. La Regione sosterrà anche lo sviluppo del centro di eccellenza per la sperimentazione delle tecnologie solari innovative di Enel a Catania, promuovendo inoltre la nascita della più grande industria europea per la costruzione di pannelli fotovoltaici ad alta tecnologia assieme a Sharp e St Microelectronic, seconda solo ad un impianto presente in Giappone

L'accordo per la fabbrica di pannelli fotovoltaici a Catania è stato firmato, quello sull'eolico off shore a quanto pare no.

Via | Agrigento Web
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: