L'agricoltura italiana è in ginocchio. Ma il Ministro Zaia è impegnato in campagna elettorale

Agricoltura italiana in crisi

La filiera agricola è in ginocchio. Già il 2009 è stato un anno tremendo per gli agricoltori e il primo trimestre 2010 non ha aperto prospettive diverse. Dunque la mobilitazione del lavoratori della terra parte, e una prima riunione si è tenuta in Molise a Campobasso e ha visto la produzione di un documento, firmato da diverse sigle sindacali e un comitato spontaneo (Comitato "Per non morire", CIA, Confagricoltura, Flai CGIL, FAI Cisl, UILA Uil, Ugl Coltivatori) in cui si avvisa e si chiede al Governo locale e Governo nazionale una politica strutturata per proteggere il comparto.

Scrivono i partecipanti al Tavolo permanente anticrisi:

Ad aggravare la situazione dell’ultima campagna agraria, hanno concorso il crollo dei prezzi di alcuni principali prodotti agricoli, come il frumento e l’olio di oliva, e quelli del settore vitivinicolo ed ortofrutticolo, e di converso l’impennata dei costi di produzione, l’aumento del costo del denaro e le difficoltà di accesso al credito che hanno inciso, in particolare, su quelle imprese che negli anni passati hanno investito per l’ammodernamento e la competitività e che ora, con i redditi in diminuzione, rischiano di non poter far fronte nemmeno alle esposizioni bancarie sostenute. L’andamento divergente tra prezzi dei mezzi tecnici, soprattutto concimi, e prezzi all’origine, rappresenta uno dei fattori di maggiore criticità per il settore e mette in seria crisi i margini di redditività che negli ultimi otto anni è diminuito del 25,3%. Di fronte a questo stato di cose le risposte date finora sia dal Governo nazionale che da quello regionale, sono state inefficaci.

Intanto Confagricoltura prepara gli stati generali a Taormina con il IV Forum “Futuro Fertile” dal 25 al 27 marzo. Tanti gli ospiti, che si confronteranno sulla green economy di cui l'agricoltura italiana punta a essere la chiave della ripresa economica, tra cui Stefania Prestigiacomo, Ministro per l'Ambiente, il neo commissario all'agricoltura Cilos e Espinosa Mangana, presidente di turno del Consiglio agricolo, Il presidente della Camera Fini, nonché Paolo De Castro presidente della Commissione agricoltura dell'Europarlamento. Mancherà però Luca Zaia, ministro per l'agricoltura, impegnato a farsi eleggere presidente del "suo" Veneto.

Via | AltroMolise, Confagricoltura
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: