Onoterapia e onodidattica, da Martina Franca un progetto di riqualificazione per gli asini

i tratturi dell'asinello

Gli asinelli sono animali preziosi e il nostro territorio ne sente la mancanza. Progetti di riqualificazione di specie e di tradizione sono perciò benvenuti. E' il caso dell'incontro "Tratturi dell’asinello: un progetto innovativo di valorizzazione territoriale, attività assistita con l’asino e sviluppo agroalimentare" che si terrà il 20 marzo a Martina Franca dove, come si legge in una nota:

Oggetto della conferenza è analizzare prospettive nuove ed alternative nell’utilizzo dell’asino di Martina Franca in settori differenti dall’agricoltura come il turismo, l’onoterapia, la didattica per le scuole e l’agroalimentare. Il fine è quello di delineare percorsi innovativi di valorizzazione di queste razza autoctona, in un’ottica di maggior integrazione con il territorio e con le risorse presenti.

A traghettare la tradizione dell'asino nel futuro è l'associazione I tratturi dell''asinello composta da tre giovanissimi, Gianfranco, Stefano e Rosaria che hanno vinto il concorso Principi Attivi - Giovani Idee per una Puglia migliore (programma Bollenti Spiriti della Regione Puglia). I tre ragazzi propongono passeggiate e visite guidate alle storiche masserie; dimostrazioni di vita contadina e degustazione di prodotti tipici tra cui il latte d'asina; onodidattica in cui insegnano ai bambini a prendersi cura di un asinello e onoterapia destinata a adulti e bambini con difficoltà di comunicazione.

Via |Putignanoweb, I tratturi dell'asinello

  • shares
  • +1
  • Mail