Carbon tax adieu! La Francia rinuncia a tassare le emissioni di CO2

Il primo ministro francese sotterra la carbon taxLa Francia non imporrà una tassa sulle emissioni di CO2. A mettere una pietra tombale sulla carbon tax francese ci ha pensato il primo ministro Francois Fillon in persona intervenendo in un incontro con i deputati del Ump, partito conservatore che appoggia il presidente Sarkozy e che, alle ultime elezioni regionali, ha subito una vera batosta dagli elettori.

Fillon ha affermato che la tassa sulle emissioni non sarà introdotta in Francia entro il primo luglio, come precedentemente affermato dal governo, poichè a livello europeo non c'è ancora un accordo che imponga anche agli altri paesi membri di fare altrettanto. Da sola, quindi, la Francia non si tassa e protegge la propria economia. Lo slancio ecologista dell'estate scorsa sembrerebbe, quindi, del tutto esaurito.

La proposta di una via francese alla carbon tax, però, era interessante: si trattava di una tassa orizzontale che avrebbero dovuto pagare tutti (tranne le aziende già sottoposte alla normativa Ets), modulata in base ai combustibili utilizzati per produrre i beni, l'energia o i servizi come i trasporti e, soprattutto, a fine anno sarebbe stata rimborsata in parti uguali per tutti. In questo modo, chi durante l'anno fiscale aveva scelto beni e servizi a basse emissioni di CO2 ci avrebbe guadagnato.

Via | Le Monde

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO