Barriera corallina: rischio disastro ambientale, il cargo incagliato potrebbe spezzarsi in due (video)

Il cargo battente bandiera cinese, lo Shen Neng 1, incagliatosi nelle acque della barriera corallina al largo del Queensland, con il suo carico di petrolio (circa 950 tonnellate) e carbone (65mila tonnellate) dopo averne versato un quantitativo imprecisato che ha prodotto una chiazza di greggio di circa due miglia di lunghezza e larga 100 metri, si è incagliato nella barriera corallina.

Ora le autorità sono preoccupate perché la nave ha già rischiato e continua a rischiare di spezzarsi in due, il che innescherebbe un vero e proprio disastro ambientale, poiché il petrolio contaminerebbe l'area protetta della barriera corallina.

Ha spiegato Patrick Quirk general manager della Maritime Safety Queensland:

A un certo punto ieri sera, abbiamo pensato che la nave fosse vicina al punto di rottura. Siamo ancora molto preoccupati perché l'allarme sussiste ancora per le sue strutture principali. Le operazione per disincagliare la nave potrebbero durare almeno una settimana.

La nave si trova di circa 9 miglia al di fuori della sua rotta in una zona marina protetta. Ma non ci è finita per errore: l'obiettivo era di accorciare la rotta. Ha spiegato Anna Bligh governatore del Queensland:

Questa zona è off limits in parte perché c'è il parco nazionale, ma anche perché il rischio di finire incagliati è alto.

Via | MsnBc

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: