I supermercati francesi Casino mettono al bando l'olio di palma non certificato

olio di palma prodotti alimentariIl gruppo francese Casino, proprietario di una catena di supermercati, ha deciso di mettere al bando i prodotti a base di olio di palma non certificato per tutelare l'ambiente e la salute dei suoi clienti. Per cominciare, entro la fine di quest'anno spariranno dagli scaffali dei supermercati circa 200 prodotti, ed entro un periodo di circa 7 anni quasi 571 prodotti verranno sostituti.

L'olio di palma è usato nella maggior parte dei prodotti per la cura della persona e l'igiene e anche in molti prodotti alimentari, ma gli alti livelli di grassi saturi ne fanno un prodotto sconsigliato per la salute.

La scelta di Casino per i prodotti alimentari si orienta verso una messa al bando dei prodotti a base di olio di palma, mentre per quanto riguarda i prodotti per la cura e la bellezza del corpo la catena si muove verso la sostituzione dei prodotti a base di olio di palma non certificato con prodotti a base di olio di palma certificato come sostenibile o la cui produzione ha rispettato i criteri di sostenibilità.

La catena francese è tra i pionieri in Europa a mettere al bando l'olio di palma non certificato, mentre il gigante inglese Marks and Spencer, fa sapere che cominceranno ad usare olio di palma certificato solo dopo il 2015. Così la pensa anche la Nestlè, incurante delle critiche di Greenpeace a proposito dell'uso dell'olio di palma e della deforestazione.

via | foodnavigator

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: