Proteggere il tonno dall'estinzione con una ricetta: spaghetti al tonno fujuto

Speghetti al tonno vegan

A Napoli c'è una famosa ricetta: spaghetti alle vongole fujute. Ossia sono spaghetti conditi da pomodorini freschi fatti saltare in padella con aglio e profumati al prezzemolo anziché al basilico, il che fa esclamare: e le vongole dove sono? Fujute!, cioè scappate via. Il fatto che le vongole non ci siano è per ragioni puramente economiche! Ma vi assicuro che gli spaghetti sono altrettanto squisiti anche in assenza dei bivalve.

Ebbene, gli amici di veganblog, adottano lo stesso principio di fuga per questioni etiche e propongono una ricetta estiva, che ci ricorda il mare e le vacanze ma senza il tonno. Il che gioca doppiamente a nostro favore: con un piccolo gesto evitiamo di mettere nei nostri piatti un po' di tonno che in questo momento, causa pesca intensiva, rischia l'estinzione. Nel caso, valutaste che proprio, no, non ne riuscite a fare a meno, consultate la lista delle scatolette da evitare stilata da Greenpeace.

Ingredienti per due persone:

2 etti di spaghetti (meglio integrali o se non integrali Senatore Cappelli); mezza bottiglia salsa di pomodoro bio, 80 g granulare di soia; un gambetto di sedano; una carotina; mezza cipolla (se grande, intera se piccola); uno spicchio d’aglio nudo; un pugnettino d’alghe (io ho usato arame, kombu, spirulina); una grattugiata di noce moscata; peperoncino, 1 foglia di alloro; prezzemolo; olio extra vergine d'oliva (bono) sabino; pecorino veg.

Dopo il salto la realizzazione del piatto.

Mettere a bagno il granulare di soia con le alghe. Almeno una mezzora. Poi preparate il sugo. Fare un battuto di sedano, carota, cipolla e aglio (o se preferite lasciatelo intero come faccio io), in compagnia dell’onnipresente foglia di alloro e del peperoncino. In padella (io il sugo lo faccio in una padella d’acciaio, in pentola solo se deve essere abbondante e liquido come per la polenta, le lasagne e la parmigiana) fate un bel giro di olio evo e rosolateci un po’ il battuto. A cipolla imbiondita aggiungete il granulare di soia, e se vi piacciono anche le alghe (indovinate cosa faccio io?). Sfumate con un po’ di liquido di ammollo delle alghe. Aggiungete la salsa di pomodoro e cuocete parzialmente coperto per una decina di minuti, poi scoperchiate e mettete su l’acqua della pasta. Dopo qualche minuto spegnete il sugo e aggiungete una grattatina di noce moscata e prezzemolo. Nel frattempo scolate gli spaghetti e condite! Io che anche da onnivora e vegetariana mettevo il formaggio sui sughi di pesce, altrettanto faccio da vegan con una bella spolverata di pecorino veg! E con il sugo avanzato il giorno dopo ci ho condito i rigatoni!

Via | VeganBlog
Foto | Mariagrazia VeganBlog

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: