Fare Ambiente: proteggere il nucleare dagli "sfaccendati"

Per l\'associazione ambientalista di centro destra chi critica il nucleare �¨ uno \"sfaccendato\"

L'associazione ambientalista di centro-destra Fare Ambiente, tramite un comunicato stampa diffuso il 24 aprile, torna a prendere posizione sul ritorno italiano al nucleare. Ovviamente positiva. Molto meno positiva, invece, la scelta degli argomenti che fanno a pugni con qualunque tipo di dibattito democratico. Ma andiamo con ordine.

Come spesso accade quando il centro-destra si rivolge al proprio elettorato di riferimento il punto di partenza sono i soldi. Il comunicato, infatti, prende subito in considerazione le compensazioni economiche che verranno girate agli enti locali dei territori che ospitano le centrali:

All’articolo 22 del decreto attuativo si hanno le misure compensative. Quattrini che per il 60% finiranno agli abitanti della zona e alle imprese attraverso riduzioni delle bollette, delle addizionali Irpef e Irpeg, e dell’Ici. Per il 40% andranno a Comuni e Province

Poi Fare Ambiente passa a rassicurare i cittadini sulla bontà dei siti che verranno scelti che verranno attentamente controllati dall'Agenzia per la sicurezza nucleare. Un'agenzia che ancora non c'è, ma sulla quale evidentemente gli ambientalisti di centro-destra hanno molta fiducia.

La chicca, però, sta nel giudizio sulla scelta del Governo di militarizzare i siti nucleari. Una scelta azzeccatissima, secondo Fare Ambiente:

La protezione militare dei siti è importante anche per evitare che gruppi di sfaccendati andandosi ad arrampicare sulle gru per esporre i soliti striscioni banali, rischino di farsi male, portando poi la magistratura ai soliti sequestri di cantiere con perdita di tempo e soldi. Per questi motivi i cantieri vanno protetti militarmente dalla mafia e dagli sprovveduti

Se il comunicato stampa non fosse firmato in calce dal Prof. Orazio Mainieri (Presidente Commissione Energia di Fareambiente), verrebbe da scommettere che lo ha scritto Emilio Fede. O da quello che scrive i discorsi a Emilio Fede...

P.S. ovviamente il professore non tocca nemmeno lontanamente il problema delle scorie nucleari.

Via | Fare Ambiente

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: