Paradis: il primo piccolo di gipeto in Val D'Aosta dopo 100 anni

Dopo la Majella e il Parco delle Dolomiti Bellunesi, anche il Gran Paradiso, in questi giorni, saluta il ritorno di uno splendido animale selvatico: è il gipeto (Gypaetus barbatus) o altrimenti detto il gipeto degli agnelli, splendido uccello dalle enormi dimensioni che, con un’apertura alare anche di 280 cm, quando si ha la fortuna di incrociarne il volo con lo sguardo quasi copre il sole, con la sua ombra possente… Rarissimo in Europa, è al centro di varie attività di reintroduzione - in Val D'Aosta se ne contano almeno 6 coppie - come per molte specie similari - tra cui i grifoni - spesso falcidiati da veri e propri crimini come la devastante pratica dei bocconi avvelenati...

Estinto sulla catena alpina dal 1913, a partire dal 1986 - attingendo ad esemplari in cattività o stanziati in altre aree - si è tentato di reintrodurli. Oltre 140 gli animali rilasciati e più di 30 i piccoli nati in natura ma mai in Val D'Aosta... Mai, almeno fino a pochi giorni fa, quando, finalmente, nelle valli del Gran Paradiso è nato un pulcino di questa specie e, qui, non accadeva da almeno 100 anni! Paradis – questo il nome con cui è stato “battezzato” il piccolo gipeto, ora sarà coccolato dalla madre e dalle preziose cure, da lontano e nell'ombra, dei membri del Corpo forestale valdostano e della Direzione Flora, Fauna, Caccia e Pesca dell'assessorato regionale alle risorse naturali che gli hanno già promesso sorveglianza e protezione.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail