Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

Scritto da: -

Pannello fotovoltaicoSolo di voci si tratta, quindi la notizia va presa ancora con le dovute precauzioni, tuttavia sembra proprio che il Governo italiano abbia in programma il taglio del Conto Energia del 20%, una percentuale particolarmente alta. Sarebbe infatti pronta una bozza, che andrà in uno dei prossimi Consigli dei Ministri, nella quale si discuterà proprio di questo tema.

A riferirlo il presidente dei Verdi, Angelo Bonelli, a margine di una manifestazione contro il ritorno del nucleare in Italia. Se così sarà, come giudicare questa mossa del governo? Appena qualche tempo fa sottolineavamo come il nostro Paese stesse finalmente raccogliendo i frutti dell’incentivazione al fotovoltaico (iniziata nel 2005, poi perfezionata nel 2007 con il nuovo Conto Energia) poiché dallo scorso anno occupava una buona posizione in Europa in quanto a potenza installata.

Dato questo trend positivo mettevamo l’accento sul fatto che fisiologicamente il Conto Energia avrebbe per forza di cose dovuto subire un ridimensionamento verso il basso, tuttavia eravamo ben lontani da supporre che il taglio sarebbe potuto essere così drastico da un anno all’altro. Nonostante i costi delle tecnologie starebbero effettivamente subendo un abbassamento di prezzi, non sarebbe forse il caso di diluire meglio nel tempo la riduzione degli incentivi?

Questo anche alla luce del fatto che intorno al settore fotovoltaico si è ormai creata un’economia, con relativo indotto, che rappresenta qualcosa di più di una semplice realtà di nicchia.

Secondo Bonelli, il drastico taglio del 2011 potrebbe rivelarsi un colpo durissimo al mondo delle imprese e delle rinnovabili. Preoccupazione condivisibile, intanto però attendiamo le decisioni politiche ufficiali in modo da avere un quadro ben più chiaro della questione.

Via | Verdi.it
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    Nucleare VS Rinnovabili: scontro che non esiste inutili i verdi… (aspettando qualche -1) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: Gino123

    Per il risparmio io punterei anche sulle tecnologie che permettono di muoverci. Forse il 2011 sarà l'anno delle macchine elettriche e/o ibride? <a href='http://www.atlantisway.com/articoli/scienza/556-12-macchine-elettriche-che-potrai-guidare-nel-2011.html' rel='nofollow'>http://www.atlantisway.com/articoli/scienza/556-12-macchine-elettriche-che-potrai-guidare-nel-2011.html</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: Pannelli solari

    Se fosse il 20% asrebbe accettabile, basta che sia sicuro e senza scalino, quindi magari un -10% per i primi sei mesi 2010, il -20% per il secondo semestre. In queste cose il vero problema è l'incertezza, e qui ce n'è molta! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    Dov'e' il problema? E' l'occasione per dimostrate che il FV conviene. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    conto energia trend 2005-2010 ha prodotto 1.030.000 wat, gli esperti dicono che a fien anno arriveremo a 1.200.000 wat. una centrale nucleare produce intorno a 1.200.000 wat…si contruisce in 10 anni e costa 5 miliardi di euro( non sono compresi i costi di smantellamento della centrale una volta terminata la sua vita e costi smaltimento scorie) siccome paga lo stato, il nucleare senza incentivi dello stato è inattuabile, La domanda da farsi ècon 5 miliardi investiti sul fotovoltaico cosa si può fare? ricordo che col fotovoltaico si produce elettricità da subito. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: _Giacomo_

    @claudes33 Forse non ti e' chiaro quello che ha appena scritto #4. DOV'E' IL PROBLEMA?E' L'OCCASIONE PER DIMOSTRARE CHE L'FV CONVIENE. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    Purtroppo per tutti noi giacomino ha ragione.....col fv il paese non lo mandi da punte parti.il fv va usato ma come integrazione alla fornitura continua..... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: alessio9

    #5 una centrale epr produce 1600mw costa 3,2 miliardi( 5,2 in finlandia perche hanno dovuto sostituire il cemento) servono 4 anni per costruirla in un anno ci sono 8700 ore una centrale nuceare come le termoelletriche funzona 24h su 24h mentre un impianto solare su 8700 ore solo 2000MAX. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    forse nn è chiaro che ancora il fotovoltaico non è "maturo" per vivere da solo, gli incentivi sono necessari per sostenere l'industria fotovoltaico e l'indotto… i pannelli fotovoltaici sono cari, ma dall'anno scorso i prezzi sono scesi del 25% gli incentivi sono calati del 2%, gli incentivi vanno sicuramente ridotti, ma ridotti gradualmente ma ora non possono essere eliminati, o ridotti drasticamente Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    x alessio9 e quindi???? non sono parametri di confronto….e le scorie…e il costo di smantellamento…. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: tassinarimauro

    @alessio9 Xerché il nucleare invece si è autofinanziato? Quanti tempo e quanti soldi ci sono voluti per arrivare alle prime centrali? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: _Giacomo_

    Ma il tema non e' l'FV?? Cosa c'entra il nucleare???!! Tassinari:Vogliamo o no dimostrare la convenienza del fotovoltaico una volta per tutte?????? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    Infatti, chi crede veramente nel FV dovrebbe esultare. Basta inutili interferenze, cosi' si toglieranno argomenti ai biechi schiavi delle corporazioni come me. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: inscape

    Cmq è incredibile vedere chi sostiene le rinnovabili come il FV aggredisce in maniera del tutto ingiustificata la sola parola nucleare, ma un mix nucleare + rinnovabili, e non mi venite a raccontare che le rinnovabili coprono il fabisogno di un paese industrializzato perche questo non è il blog delle favole, vi fa tano schifo? Io onestamente sarei per lo slegamento totale dai combustibili fossili quanto meno carbone e petrolio… Immaginare una mobilità elettrica ed una produzione esclusiva da nucleare con integrazione idroelettrica, fotovoltaica ed eolica avete idea di quanto ci guadagneremo intemini di salute? E per la solita questione degli incentivi il nucleare è e deve essere un guadagno statale, una EPR ha una vita operativa di 60 anni e per costruirla ci vuole parecchio tempo, si parla di investimenti enormi da anticipare immediatamente… Non ci vuole un genio a capire che il singolo investitore non guarda di buon occhio un'attività che ha tempi lunghi quanto 3/4 della vita di un uomo… Il nucleare è un guadagno per lo stato… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: gbettanini

    Non solo, la reintroduzione del nucleare ha un'importante valenza strategica per quanto riguarda la sicurezza dell'approvvigionamento energetico del nostro paese… in vista del probabile aumento del costo di petrolio e metano. Degli investimenti 'strategici' è giusto che si faccia carico, almeno in parte, lo Stato…. ovvero è giusto che lo paghiamo tutti noi anche chi non si accorge o non si vuole accorgere di quanto bisogno abbiamo del nucleare nel nostro paniere energetico e soprattutto di quanto ne avremo bisogno tra una decina d'anni. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by: 3350

    In Germania prendono molto meno che in Italia col fotovoltaico eppure mezzi tetti del paese sono coperti di pannelli, costano e meno e sono gli stessi, come mai?… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Conto Energia: si va verso il taglio del 20% a partire dal 2011

    Posted by:

    @inscape il nucleare è un guadagno per lo stato? Ma chi le diffonde queste fandonie?? Esempi, numeri, statistiche in cui si DIMOSTRA che il nucleare è un guadagno per lo stato. Per le rinnovabili è già dimostrato, da un lato il costo dell'incentivo dall'altro il maggiore indotto in tasse sulle nuove aziende create dal comparto, i nuovi posti di lavoro, il guadagno in termini ambientali… Per l'energia prodotta, invece, vince il nucleare ma solo perché il modello è quello a ragnatela, si iniziasse con progetti smart grid anche le rinnovabili potrebbero aumentare il loro ruolo. per il nuovo conto energia la bozza in discussione alla conferenza stato regioni distribuisce su tre quadrimestri l'annunciata decurtazione: un po' pochi per poter attivare politiche industriali che assimilino le nuove tariffe (cioè accordi industriali per migliore integrazione nei tetti, nuovi regolamenti comunali): ci sarà una corsa all'autorizzazione con intasamento delle amministrazioni. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ecoblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.