Messina: oltre al ponte anche le palazzine. Galleggianti. Parola di Temor di Nazareth

Il progetto è stato già da tempo depositato al Ministero delle Infrastrutture. Ma, chissà per quale motivo, l'architetto Mor Temor, arabo nato a Nazareth, ancora non ha avuto risposta...

L'idea del fantasioso progettista è quella di sostituire il costruendo ponte sullo stretto di Messina con un collegamento galleggiante. Non è la prima volta che si ipotizzano zattere o robe simili per collegare Sicilia e Calabria ma, questa volta, l'architetto è andato oltre: sulle zattere ci vuole fare le palazzine.

Esatto, palazzine, cemento (il qutidiano La Sicilia parla di tre milioni di metri cubi), case su case con vista mare. Nel senso che poggiano proprio sul mare. Difficile capire come dovrebbero stare in piedi le palazzine, ma questo è un problema da tecnici. Molto più difficile capire chi vorrebbe vivere in una palazzina nel bel mezzo del mare con migliaia di autovetture che gli ronzano intorno.

Anche se, promette Temor di Nazareth, intorno alle case ci sarà un vero e proprio paradiso dello shopping: negozi, centri commerciali, ristoranti, piazzette e porticcioli turistici.

Ancora più difficile, infine, capire come l'architetto di Nazareth creda che il robustissimo fronte ambientalista no-ponte possa prender per buono un progetto ancora più grosso e impattante di quello attualmente in discussione.

Via | La Sicilia
Video | YouTube

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO