Festa delle Oasi WWF: la natura per tutti

Cancelli aperti per tutti gli amanti della natura eccezionalmente, quest'anno - l'anno internazionale della biodiversità - per 3 domeniche consecutive. A darne notizia è stato il WWF, oggi, nella cornice storica della sede Rai a Roma durante la presentazione del calendario degli eventi connessi alla celebrazione della 20esima Festa delle Oasi. All'evento hanno partecipato il Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo, il presidente del segretariato sociale Rai Carlo Romeo e, ovviamente, il presidente in carica del Wwf Stefano Leoni nonché Fulco Pratesi.

Nelle giornate del 9, del 16 e del 23 maggio oltre 30 mila ettari di territorio e più di 100 aree naturali saranno aperte gratuitamente al pubblico in un susseguirsi di eventi che mirano a far conoscere le attività del Worl Wildlife Fund nella nostra penisola. Attività che si spiegano su ambienti estremamente variegati tanto da assommare oltre 30 habitat di importanza comunitaria in cui uccelli, mammiferi, anfibi... riescono a vivere e a riprodursi. Durante il dibattito, l'attenzione è stata captata dai "cantieri per la biodiversità", ovvero dai progetti speciali finalizzati alla reintroduzione delle specie minacciate che il WWF sta portando avanti grazie alla sinergia, da una parte all'altra della penisola, di medici veterinari ed etologi, spesso volontari, ed enti pubblici e privati. In questo modo, il capovaccaio - un avvoltoio estremamente raro - è tornato ad incantare con il suo volo la Puglia, nell'Oasi di Monte Sant'Elia, così come le testuggini acquatiche tornate a popolare Alviano sul Tevere. Per le operazioni di manutenzione delle aree naturali è possibile versare un piccolo contributo con un sms al 45508 fino al 23 maggio.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail