Sardegna, sotto inchiesta il Governatore Cappellacci per gli appalti sull'eolico

Ugo Cappwllacci indagato in Sardegna per le concessioni sull'eolico L'inchiesta sull'eolico in Sardegna è partita qualche giorno fa dalle indagini della DDA di Roma su Denis Verdini coordinatore nazionale del PdL. I capi d'accusa vanno da corruzione a abuso d'ufficio. E secondo le rivelazioni de Il Corriere della sera e de La Repubblica sarebbe indagato per il medesimo filone d'inchiesta anche Ugo Cappellacci attuale governatore della Sardegna. Secondo i due quotidiani a destare il sospetto è stata la nomina Ignazio Farris a direttore generale dell'ARPAS, l'Agenzia regionale dell'Ambiente.

Dal Canto suo Cappellacci ha dichiarato:

Ho bloccato le pale come un talebano.

Le intercettazioni telefoniche avrebbero rivelato gli affari tra Flavio Carboni, imprenditore, Denis Verdini e Cappellacci a proposito della gestione delle energie rinnovabili. Cappellacci, dal canto suo, non ha mai negato di avere incontrato Carboni che chiese insistentemente a Verdini di aiutarlo a incontrare proprio il governatore. Però specifica Cappellacci che fu un incontro per dissuadere il Carboni dall'intraprendere attività nel settore delle energie rinnovabili:

Carboni mi chiese informazioni sulla possibilità di sottoscrivere accordi di programma con la Regione Sardegna su fonti energetiche alternative. Io gli spiegai che non era possibile, che la precedente normativa lo consentiva, ma che adesso non era più possibile.

Ma le indagini non sembrano concentrarsi sulle attuali posizioni "talebane" del governatore Cappellacci bensì sulle 87 autorizzazioni e finanziamenti allegati, a costruire impianti eolici , concesse in qualità di assessore alla Programmazione e al Bilancio durante la Giunta Italo Masala.

Via | Sardegna Oggi, L'Essenziale, L'Unità
Foto | Ugo Cappellacci

  • shares
  • +1
  • Mail