Petrolio Abruzzo, richiesto un Consiglio regionale straordinario

Petrolio Abruzzo, richiesto un Consiglio regionale straordinarioUna quindicina di consiglieri regionali abruzzesi hanno presentato una richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio regionale dell'Abruzzo. Unico argomento all'ordine del giorno: le perforazioni petrolifere nella regione, in terra e in mare.

La richiesta segue quella, identica, avanzata dalla rete di associazioni Emergenza Ambiente Abruzzo, assai preoccupata per le dimensioni che sta assumendo il business del petrolio nella regione. In una lettera inviata dalla rete di associazioni (che include anche Legambiente e WWF) si legge:

Circa la metà del territorio abruzzese, oltre 5.300 kmq, è interessata da attività inerenti la ricerca, l’estrazione e lo stoccaggio di idrocarburi: 221 sono i comuni coinvolti ed oltre 1 milione i cittadini residenti interessati. Ancora più preoccupante risulta essere la situazione a mare: oltre 6.300 sono i kmq distribuiti lungo l’intera area costiera

La seduta straordinaria del Consiglio regionale non è stata ancora fissata, e non è detto che si terrà realmente. La presa di posizione di un manipolo di consiglieri, però, lascia ben sperare ed è certamente un segno di attenzione nei confronti del difficile rapporto tra le estrazioni di petrolio e gas naturale e l'ambiente in una regione, come l'Abruzzo, nota nel mondo più per lo splendido parco nazionale che per gli idrocarburi.

Proprio per questo il Comitato abruzzese difesa beni comuni ha accolto con soddisfazione, ma con cautela, la proposta:

Apprendiamo con soddisfazione che è stata formalmente richiesta una convocazione di Consiglio Straordinario della Regione Abruzzo sulla questione Idrocarburi. La richiesta proposta da Maurizio Acerbo è stata sottoscritta anche dai consiglieri Saia, D’Alessandro Cesare, Paolini, Sulpizio, Di Luca, Sclocco, Caramanico, Di Pangrazio, D’Amico, Nasuti, Caporale, Milano, Ruffini, Tagliente

Via | Comitato abruzzese difesa beni comuni, EAA
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail