Non comprate scatolette di tonno: anche il tonno pinna gialla è a rischio estinzione

La classifica rompiscatole di greenpeaqce include il tonno pinna gialla

Evidentemente la disinformazione e il rimestare nel torbido è una attività che piace a alcuni lettori di questo blog. Non è bastato pubblicare l'invito a consultare la lista rompiscatole di Greenpeace prima di acquistare una scatoletta di tonno (qui la versione aggiornata sul web); a vedere Report di ieri (qui la puntata) per capire in che situazione versa la pesca scellerata al tonno rosso e al tonno varietà pinna gialla (Thunnus albacares). Per ogni informazione completa Greenpeace ha pubblicato anche il report sul tonno.

Il tonno, nelle sue varietà rischia l'estinzione. Oltre a non mangiare tonno rosso, non si dovrebbero acquistare le scatolette di tonno, almeno finché la pesca non sarà divenuta più sostenibile: è in corso è una sensibile riduzione degli stock di tonno a pinna gialla causati anche dal sistema di pesca FAD. Scrive Greenpeace:

I FAD sono trappole mortali soprattutto per esemplari giovani di tonno: gran parte delle catture accessorie sono, infatti, costituite da esemplari immaturi di tonno pinna gialla e tonno obeso (Thunnus obesus). La pesca con reti a circuizione su FAD è pertanto considerata una delle cause principali dell’esaurimento di tali stock.11. Poiché il tonno pinna gialla e il tonno obeso sono specie di grande valore commerciale, ucciderne esemplari immaturi non è solo un atto distruttivo da un punto di vista ambientale, ma anche, in termini economici, una dimostrazione della vista corta del settore.

I consumatori, finché non sono informati non possono fare nulla. Nel momento in cui però viene reso noto che il tonno rosso e il tonno a pinna gialla rischiano l'estinzione per una pesca industriale scellerata allora hanno il dovere di far sentire la loro voce anche smettendo di acquistare i prodotti incriminati, come atto di protesta. Tocca ora all'industria e alla politica fornire risposte sostenibili per la pesca al tonno rosso e al tonno pinna gialla. L'Europa, ora deve chiedere la tracciabilità in etichetta della specie di tonno che si trova in scatoletta; del lla provenienza del pescato; e dei sistemi di pesca usati.

Foto | Greenpeace

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: