Secondo uno studio australiano il Brasile è il Paese con il maggior impatto ambientale

Foresta amazzonica brasilianaSecondo uno studio dell'Università di Adelaide (Australia) sarebbe il Brasile il Paese con maggior influenza sui cambiamenti climatici. Dietro lo Stato sudamericano si piazzerebbero nell'ordine: Stati Uniti, Cina, Indonesia, Giappone e Messico. Lo studio è abbastanza particolare in quanto vengono prese in considerazione non soltanto le emissioni di anidride carbonica (per le quale primeggiano Stati Uniti e Cina), ma tutta una serie di elementi la cui somma determinerebbe un quadro della situazione globale leggermente diverso.

I ricercatori infatti sarebbero arrivati a questa conclusione dopo aver analizzato numerosi fattori responsabili dei cambiamenti climatici quali: il disboscamento, per il quale il Brasile occuperebbe il primo posto assoluto, la trasformazione di habitat naturali (terzo posto), numero di specie a rischio estinzione ed emissioni di CO2 (Brasile in questo caso al quarto posto).

Altri fattori presi in considerazione sono l'inquinamento dell'aria e dell'acqua, la perdita di biodiversità, la crescita demografica nonché la crescita economica. Desta particolare stupore il fatto che anche Paesi quali Singapore e la Corea del Sud occupino, in questa particolare classifica, le prime posizioni.

E' infine interessante porre l'accento sul fatto che, nuova classifica a parte, non vi è nessuna grande scoperta dello studio; le conclusioni infatti pongono l'accento soprattutto sul rapporto direttamente proporzionale fra sviluppo economico ed impatto ambientale. Un invito ai Paesi ad attuare politiche economiche più verdi: in sostanza nessuna scoperta sensazionale.

Via |Plosone.org
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: