Mozzarelle blu, la causa: forse traccianti alimentari antifrode

Una tranquilla pensionata di 76 anni, Elisa Sorzato, qualche giorno fa, apre la sua confezione di mozzarella acquistata al supermercato e ecco che il formaggio diventa improvvisamente blu. Sembra una scena dell'orrore. Eppure la signora Sorzato non si fa prendere dal panico chiama i nipoti che hanno dimestichezza con i cellulari, fa registrare un video e scattare foto e porta la denuncia ai carabinieri dei NAS. Risultato: 70mila mozzarelle sequestrate in 24 ore.

Le confezioni sono state rastrellate in tutti i supermercati di del nord Italia. Le mozzarelle sembra siano di origine tedesca. Ora sono sotto analisi dei tecnici per capire cosa possa averle fatte colorare di blu e se e quanto sono pericolose per la salute.

Gianna Ferretti nutrizionista, docente universitaria e autrice del blog Trashfood, traccia una prima ipotesi rispetto alle possibili cause che hanno fatto colorare le mozzarelle. Ricorda che nel 2000 fu approvata una legge, abrogata poi nel 2006, per cui dovevano essere aggiunti traccianti alimentari e dunque innocui per la salute al latte in polvere :

L’aggiunta di traccianti era finalizzata ovviamente ad evitare usi fraudolenti del latte in polvere -destinato alla zootecnia- nell’alimentazione umana, per fare ad esempio formaggi.

Suggerisce perciò la Ferretti:

Cosa può essere accaduto quindi alla mozzarella che si colora di blue? Che qualcuno abbia forse volontariamente inserito dell’innocuo tracciante nel latte in polvere che l’azienda tedesca ha usato per produrre la mozzarella? Allo scopo di smascherare la frode?

Comunque restano un paio di domande: è una congiura ai danni della mozzarella italiana? e poi, occorre davvero importare dalla Germania mozzarella tedesca in un Paese che come il nostro ha fatto della mozzarella di bufala uno dei prodotti di eccellenza del Made in Italy?

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: