Marea nera, 101 croci bianche per ricordare il disastro ambientale della Bp

Scritto da: -

Le 101 croci di Grand Isle in memoria delle belle cose che la mare anera si è portata via

A Grand Isle c’è un cimitero con 101 croci bianche. Su ognuna di esse i nomi di tutto ciò che la marea nera, il disastro ambientale causato dalla Bp nel Golfo del Messico, si è portata via: i nomi delle specie uccise; le partite a beachvolley sulla spiaggia; i gamberetti; le passeggiate sulla battigia.

L’iniziativa è nata da Patrick Shay proprietario di un ristorante oramai è destinato al fallimento. Ha detto Shay:

Vogliamo inviare un preciso messaggio per spiegare che ci hanno impedito completamente di vivere e di usare il nostro mondo e le nostre risorse. È scomparso tutto. Ci hanno abbandonati.

Via | Envii
Foto | GlobalToronto

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Marea nera, 101 croci bianche per ricordare il disastro ambientale della Bp

    Posted by: Mimm8

    Il petrolio si estrae perché serve e perché si sciupa (e in questo gli americani sono imbattibili). Ben ci sta. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Marea nera, 101 croci bianche per ricordare il disastro ambientale della Bp

    Posted by: 100.000 i barili di petrolio al giorno!!!

    ancora mi chiedo perché BP ha combinato e sta combinando questo immane disastro (che durerà altri due mesi, se va bene) invece di cercare SOLO di tappare il buco in QUALSIASI modo fin dai primi giorni, SENZA cercare di pompare il petrolio Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Marea nera, 101 croci bianche per ricordare il disastro ambientale della Bp

    Posted by: Mauriziosat,9

    forse per la stessa ragione che E' IMPOSSIBILE TAPPARE UNA SORGIVA DI ACQUA ? . perchè hai voglia a tappare …..il liquido in pressione troverà sempre la strada per uscire , attraverso le rocce porose. . ma cosa aprite bocca a fare se non avete un minimo decente di conoscenze del mondo che vi circonda ? Scritto il Date —