Potente tempesta geomagnetica solare in arrivo, attesi disturbi alle telecomunicazioni

La NASA ha rilevato potenti eruzioni solari ieri 21 agosto e questo fenomeno invierà miliardi di tonnellate di particelle nello spazio che giungeranno sulla Terra entro 1-3 giorni.

Il vento solare generato ieri 21 agosto dopo le eruzioni sulla corona della nostra stella (coronal mass ejection o CME) potrà influenzare tra oggi e domani il funzionamento dei sistemi elettronici e delle telecomunicazioni. In nessun caso però danneggeranno le persone essendo protetti dalla magnetosfera e dall'atmosfera. L'evento segnalato dalla NASA è seguito attentamente attraverso modelli di ricerca sulla base del Solar Terrestrial Relations Observatory che ha rivelato come le particelle viaggino a una velocità di circa 380 miglia al secondo.

I CME provocano un fenomeno che in meteorologia spaziale è chiamato tempesta geomagnetica e che si verifica quando il vento solare colpisce la magnetosfera per un periodo prolungato di tempo. I campi magnetici del CME vanno a toccare gli strati più esterni dei campi della Terra e ne modificano la forma. Le tempeste magnetiche possono interferire con i segnali di telecomunicazione, causare problemi alle reti elettriche e produrre aurore boreali alle latitudini più alte.

Via | NASA
Foto |NASA, Image Credit: ESA & NASA/SOHO, SDO

  • shares
  • +1
  • Mail