Terna si è fermata ad Eboli: Sicilia regina dei black out

Terna si �¨ fermata ad Eboli: Sicilia regina dei black out

La Sicilia, a causa della sua obsoleta rete elettrica ad alta tensione, avrà grossi problemi a mettere in rete l'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. E, già oggi, subisce un numero di black out sei volte superiore alla Lombardia.

Analisi impietosa, basata sui dati 2009 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, quella di Cgil Sicilia che mette in luce la distanza abissale dell'isola, naturalmente candidata ad essere una protagonista nel settore delle rinnovabili, e il resto d'Italia.

Nel 2009, infatti, la durata media nazionale delle interruzioni per cliente è stata di 78 minuti, contro i 90 minuti del 2008, mentre la durata delle interruzioni per cliente di responsabilità delle imprese distributrici (escludendo gli eventi meteorologici eccezionali) è stata di 46 minuti a livello nazionale (miglior risultato di sempre), di 30 minuti nel Nord Italia, di 41 minuti nel Centro Italia e di 73 minuti nel Sud Italia. Ma, come fa notare il Dipartimento Energia e Rifiuti di Cgil Sicilia, l'isola è riuscita a fare peggio di tutti, persino di sé stessa:

Nel 2009, la Sicilia è stata la maglia nera tra le regioni per minuti persi (229) e per numero medio di interruzioni lunghe (5,07) e brevi (8,98) per cliente in bassa tensione, peggiorando tutti i dati rispetto al 2008

A questo punto e con questi dati, conclude il sindacato, è difficile pensare ad uno sviluppo delle fonti rinnovabili intermittenti, come l'eolico e il fotovoltaico, che hanno bisogno di una rete elettrica robusta ed efficiente:

Per recuperare il differenziale con il resto del paese diventato ormai insostenibile occorre, inoltre, cominciare a sperimentare la rete elettrica del futuro, la così detta “rete intelligente” che garantisca processi di risparmio ed efficienza energetica, che faciliti l’accesso dell’energia prodotta da fonti rinnovabili, che garantisca minori costi e la riduzione delle emissioni inquinanti e la partecipazione attiva dei consumatori alla produzione di elettricità, a partire da quella prodotta dai tetti fotovoltaici

Via | Comunicato stampa
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: