Frana e deforestazione delle Filippine

frana nelle filippineA Guinsaugon, nelle Filippine, i morti potrebbero arrivare a 3.000. Un villaggio intero, compresa la scuola elementare con circa 250 ragazzini dentro, è stato investito da una enorme frana. Qualcuno riesce a chiedere aiuto via sms, da sotto circa 10 metri di fango, ma i soccorsi sono difficili. Il fango è troppo molle per consentire ai mezzi pesanti di scavare, per cui si procede a mano, nelle zone in cui il fango è compatto quanto basta per non venire inghiottiti.

La frana è stata innescata da un leggero terremoto, ma resa possibile dalla deforestazione e dalle piogge battenti delle ultime due settimane.

Le Filippine sono un Paese con popolazione in forte crescita. Le pianure sono sovraffollate e la gente migra verso le colline in cerca di terre da coltivare. In montaga si tagliano legnami pregiati, talvolta illegalmente e senza dar ascolto alle proteste di chi vive a valle. Il tasso di deforestazione nelle Filippine è tra i più alti al mondo: 1,42% all'anno.

La maggior parte delle colline delle Filippine ha fianchi molto ripidi, con pendenze del 18-30 % e la gente cerca di coltivare anche dove la pendenza è del 45 %. Troppo, per resistere alla deforestazione senza franare.
Se i contadini filippini non fossero per la maggior parte poverissimi, sarebbe possibile usare delle precauzioni che impedirebbero al suolo di rovinare a valle, come terrazzamenti e canalizzazioni.

» La frana nelle Filippine su Repubblica

» Le foto della tragedia sulla BBC

» Le accuse di greenpeace al disboscamento su Philstar (in inglese)

  • shares
  • +1
  • Mail