Vittoria del no al carbone: Cristicchi non canterà per Enel a Cerano

Vittoria del no al carbone: Cristicchi non canter�  per Enel a Cerano

Alla fine è arrivato anche il comunicato ufficiale dell'artista: Simone Cristicchi ha deciso di cancellare la data del 7 agosto a Cerano (Br), inclusa nella manifestazione Correnti Musicali di Enel. La notizia, tra pelata già ieri, trova oggi conferma e giustificazione:

Dopo aver ascoltato entrambe le parti in causa e preso atto del clima di poca serenità sul territorio,ho deciso di non esibirmi nel concerto presso la centrale di Cerano,il prossimo 7 agosto,poiché le condizioni attuali riscontrate, non permettono di esibirmi con la necessaria tranquillità d’animo

Molto diplomatico, ma significativo: Cristicchi non prende posizione sulla diatriba sul carbone della centrale termoelettrica di Enel, ma comunque accetta il consiglio dei numerosissimi cittadini di Cerano, e dei loro sostenitori, che gli avevano chiesto di non suonare nell'impianto di produzione di energia elettrica.

Si aspetta, invece, di sapere se Irene Grandi farà la stessa scelta o preferirà rispettare l'impegno preso con Enel e cantare a Cerano. In ogni caso, però, la rinuncia di Cristicchi resta ed è un precedente abbastanza pesante: il no dell'artista, infatti, proviene da una contestazione nata sul territorio ma enormemente amplificata da internet e Facebook. Eventi come Correnti Musicali, in Italia, sono numerosi e capita spesso che cantanti e musicisti si esibiscano su commissione dell'industria del petrolio e dell'energia.

Una sorta di "compensazione artistica" dell'inquinamento e dei rischi per l'ambiente che potrebbe, a poco a poco, essere spazzata via.

Via | Facebook - Gruppo Anti Cerano

  • shares
  • +1
  • Mail