Rifiuti Sicilia: il sub-commissario delle asine spazzine

Rifiuti Sicilia: il sub-commissario delle asine spazzineIl primo sub-commissario all'emergenza rifiuti nominato da Raffaele Lombardo è un esperto del settore: Domenico Michelon, ingegnere con un curriculum bello lungo e numerose nomine negli enti pubblici fino a quella di direttore dell'Ato 5 Palermo. Un Ato considerato virtuoso in Sicilia per i buoni risultati ottenuti nella raccolta differenziata.

Su internet è disponibile una sola foto del sub-commissario, assolutamente inguardabile e per questo prontamente scartata in favore dei cassonetti che vedete a fianco.

Impossibile fare previsioni sul lavoro di Michelon nel nuovo ruolo, sarebbe anche scorretto fare ipotesi. Di sicuro da fare non ne manca. Divertente, però, ricordare una "scelta tecnica" fatta a Castelbuono, comune di circa 9.000 abitanti nell'entroterra palermitano.

In questo paesino, nel 2007, è arrivata la differenziata. Già questo è un record visto che la gran parte dell'isola oggi ancora non ha idea di cosa sia. Ma la particolarità stava nei mezzi di raccolta dei rifiuti: asine. L'idea, come riporta Eco-News, venne al sindaco durante un viaggio all'estero e messa in pratica da Michelon che, al periodico on line confessò:

Inizialmente la popolazione e anche alcuni ambientalisti mostrarono qualche perplessità. Ma dimostrammo loro che il peso delle gerle non superava mai i 20 kg e che i percorsi compiuti erano monitorati. Così, oggi, 32 asine fanno il giro di Castelbuono per la raccolta differenziata. Ogni mattina ne escono sei, sempre accompagnate da un operatore. Le asine raggiungono anche le parti più inaccessibili del paese e raccolgono rifiuti in plastica, metallo e l’umido

Chi lo sa se le asine sono ancora al lavoro a Castelbuono o in seguito si è passati ai più tradizionali autocompattatori. Fatto sta che l'idea, buona o cattiva che sia, era decisamente originale. Certo, però, che per risolvere l'emergenza rifiuti in Sicilia ci vorrà ben altro...

Via | Eco News
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail