In carcere due attivisti giapponesi di Greenpeace che rubavano carne di balena

BalenaSe la notizia arrivasse da comuni cittadini non farebbe certo tanto clamore, tuttavia se ad essere coinvolti sono due membri attivisti di Greenpeace ecco che il discorso cambia. Nei giorni scorsi infatti due giapponesi, facenti parte dell'associazione ambientalista, sono stati dichiarati colpevoli per aver rubato della carne di balena.

Il tribunale ha condannato i due ecologisti, Junichi Sato e Toru Suzuki ad un anno di prigione, commutando comunque la condanna a tre anni di libertà vigilata. I fatti risalgono all'aprile 2008, quando i due attivisti, dopo aver sanzionato pesantemente l'equipaggio di una nave con l'accusa di praticare pesca di balena per fini commerciali e non scientifici, si sarebbero appropiati di una scatola da 23 chili di carne di balena custodita nella stiva della stessa nave.

Per Greenpeace, da tempo impegnata nella lotta alla pesca indiscriminata delle balene, si tratta di uno scacco alla propria immagine. Intanto, fanno sapere dall'associazione, sono previste ulteriori indagini per accertare che le due persone non siano state incastrate con il fine di creare un danno di credibilità all'associazione ecologista. Tuttavia, sottolineano da Greenpeace, qualora i sospetti di colpevolezza dovessero essere confermati, si provvederà alla rapida espulsione dei due.

Via | Elmundo.es
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: