New York, vietato (forse) fumare nei parchi e in spiaggia

cicche di sigaretta abbandonate in un prato

La legge non è stata ancora approvata e già si solleva un polverone mediatico. A new York il sindaco Bloomberg, sta progettando di vietare il fumo nei parchi e in spiaggia. Insomma, a New York non si potrà fumare neanche all'aperto. Bloomberg è un ex fumatore (anche io, oramai da sei anni) e trova giusto impedire che ci si possa accendere una bionda anche nei luoghi pubblici aperti, pena una multa salatissima. A New York ci sono undicimila ettari di parchi cittadini e circa 22 chilometri di spiagge.

Trovo la proposta interessante perché effettivamente le cicche di sigaretta invadono proprio spiagge e parchi. E' fastidiosissimo trovarle nella sabbia, senza contare che sono troppo a portata di bambino; che il tabacco è velenoso e le mamme con i figli piccoli devono avere 6 occhi al posto di due per controllare che i pargoli non inizino a masticare le cicche abbandonate. Il 40% dei rifiuti che si trova nel Mar Mediterraneo è composto da cicche di sigaretta.
Direi che anche da noi si dovrebbe adottare una linea più dura per contrastare i fumatori outdoor.

Via | NYT
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: