Sesto rapporto europeo sulla vivisezione: quasi 12 milioni gli animali rinchiusi nei laboratori

La Commissione Europea ha pubblicato il sesto rapporto "2008" sui dati statistici relativi al numero di animali utilizzati a fini sperimentali. Ne sono stati calcolati quasi 12 milioni....

Dodici milioni di cavie da laboratorio... una enorme, intera metropoli rinchiusa in gabbia per subire ogni genere di tortura. Fra questi: 21.000 cani, 330.000 conigli e oltre 9.000 scimmie - il 56% delle quali catturate in giovanissima età allo stato selvatico, spesso alle Mauritius, distruggendo per lo scopo interi nuclei familiari al prezzo di 2.600 sterline -.Orrore allo stato puro, insomma, che fa levare un urlo di vergogna. Eppure il dato è solo parziale: secondo la Direttiva europea 86/609 -nella sua formulazione precedente il testo revisionato l'8 settembre scorso - infatti, solo gli animali vertebrati adulti possono rientrare nel triste computo. Invertebrati e bestiole già soppresse non vengono considerate pertanto utili ai fini della "statistica"..

Dei 27 Paesi europei, i peggiori sono, nell'ordine, la Francia, il Regno Unito, la Germania, la Spagna e l'Italia. Inoltre i primi quattro, unitamente all'Austria, hanno utilizzato il 50% di cavie in più rispetto al precedente rapporto pubblicato nel 2005. Riferisce Michela Kuan, la biologa responsabile del settore vivisezione presso la LAV:

L'Unione Europea continua a ritardare l'incentivazione al ricorso a metodi che non facciano uso di animali. Sarà fondamentale che nell'iter di recepimento nazionale della Direttiva, Governo e Parlamento inseriscano disposizioni per favorire lo sviluppo concreto di tali metodi e limitino, nei fatti, il ricorso agli animali, nell'ottica di un futuro basato su una ricerca etica e scientificamente rigorosa libera dal vincolo obsoleto del modello animale

Via| asca, newnotizie
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: