Emissioni CO2 auto: progressi verso gli obiettivi europei, ma non basta

TrafficoE' stato pubblicato il report "How clean are Europe's cars. An analysis of carmaker progress towards EU CO2 targets in 2009" curato da Transport & Environment che ci informa sullo stato dell'arte del settore automobilistico europeo in materia di emissioni. Ebbene, stando al documento, si evince che nell'anno 2009 i produttori delle auto hanno ridotto in media le emissioni di CO2 dei modelli complessivamente venduti sul mercato europeo del 5,1%, portando la media di settore a 145,7 gCO2/km (rispetto al valore attestato sui 153,5 dell'anno 2008).

Si è quindi registrato un leggero passo in avanti rispetto agli obiettivi europei fissati con la direttiva sulla CO2 delle auto che è di 130 gCO2/km al 2015. Si tratta di una riduzione importante, ma non ancora sufficiente considerando che il contributo dei trasporti alle emissioni di gas serra in Europa è del 14% delle emissioni europee totali, una quota ricordiamolo, che dal 1990 é aumentata addirittura del 29%. Interessante inoltre la classifica delle singole case automobilistiche per minori emissioni.

Ancora una volta è la Fiat che capeggia questa particolare graduatoria con una media del proprio parco auto di 131 gCO2/km. Seguono a ruota la Toyota (con 132 gCO2/km), PSA Peugeot-Citroen (136 CO2/km) e BMW, VW, Nissan e Daimler che chiudono con valori superiori a 150 gCO2/km. Mi chiedo: per quanto ancora la casa torinese potrà vantare questo particolare primato? Come è ben noto infatti la Fiat ha una gamma di veicoli di piccola-media taglia, particolare quest'ultimo non da poco in termini di emissioni di CO2.

E' probabile infatti che senza una forte pianificazione di passaggio a veicoli con carburanti alternativi, che altre case automobilistiche attualmente stanno avviando attraverso progetti molto seri in questo senso, la casa italiana venga scalzata in poco tempo da questa posizione di leader .

I segnali del report sembrano già indicare questo scenario: in termini di miglioramento totale è infatti la casa Toyota ad ottenere il miglioramento più sensibile con un valore inferiore del 10% di emissioni rispetto al 2008 , seguita da Suzuki (-9,1%) e Mazda (-5,4%). Se si valuta questo parametro la Fiat si trova appena al quinto posto: come dire che continuare a cullarsi sugli allori servirà a ben poco.

Via | Transportenvironment.org
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO