L'IEA avverte che disastri ambientali causati dai cambiamenti climatici sono in aumento

L'Iea avverte che i disastri ambientali causati dai cambiamenti climatici sono in crescita

I cambiamenti climatici sono all'origine di molti disastri ambientali avverte IEA, l'International Energy Agency che nel grafico in alto evidenzia come alluvioni e tempeste siano in crescita nel periodo di osservazione che va dal 1980 al 2011.

La produzione di energia implica anche emissioni di CO2 e della maggior parte dei gas a effetto serra. Dunque la lotta ai cambiamenti climatici diventa un fattore decisionale importante per la scelta delle fonti energetiche da cui approvvigionarsi e avverte l'IEA che proprio le implicazioni sono scoraggianti.

Innanzitutto sono necessari consistenti investimenti e gli obiettivi di contenimento delle emissioni attualmente promessi dai paesi nell'ambito della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) lascerebbe fluire in atmosfer circa 13,7 miliardi di tonnellate di CO2 - o il 60 % al di sopra del livello necessario per rimanere centrati con l' obiettivo dei 2 °C entro il 2035.

Molto poco si parla dei benefici che la società trarrebbe da queste misure, al di là impatti climatici evitati, di valore pari, se non superiore, per entità ai costi per il settore energetico. Nel frattempo , i responsabili delle politiche energetiche devono cominciare a pensare agli impatti dei cambiamenti climatici sicurezza del settore energetico.

L'IEA raccomanda di conseguenza ai paesi membri di sviluppare le loro politiche energetiche in modo efficace per contrastare i cambiamenti climatici.

Via | IEA
Foto | IEA su Fb

  • shares
  • Mail