Sardegna: allarme per petrolio in mare a Fiume Santo

Petrolio in mareIeri sera, presso l’impianto portuale della società E.On di Porto Torres nel nord Sardegna, si è verificato un guasto tecnico che ha fatto riversare in mare un grossa quantità di olio combustibile destinato alla centrale termoelettrica di Fiume Santo. Subito dato l'allarme, la Guardia Costiera locale è intervenuta immediatamente per confinare l’espansione del prodotto attivandosi quindi per la bonifica dell'area.

Intanto però nella giornata di oggi l'amara sorpresa: le correnti della notte hanno infatti spinto l'olio (che miscelato con l'acqua di mare si è ovviamente solidificato in piccoli ammassi gelatinosi di colore nero) verso la vicina spiaggia di Platamona, località balneare molto ambita dai turisti nel periodo estivo. I tecnici dell'impianto tuttavia, nel corso della notte, sarebbero stati capaci di intervenire tempestivamente evitando grosse perdite di olio combustibile; il problema nonostante tutto sembra perciò ampiamente sotto controllo.

Dopo quanto accaduto si riaccende la polemica da parte degli abitanti della zona che da troppo tempo attendono invano che la promessa di riconvertire la centrale a olio combustibile di Fiumesanto (decisamente datata) in un impianto di generazione elettrica a più basso impatto ambientale possa diventare realtà.

Via | Tgcom.it
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 153 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO