Contadini del Parco dell' Acquafredda sfrattati dal Vaticano: nessuna pietà

Nessuna pietà per lo sfratto di 10 famiglie di contadini dal parco Riserva naturale Tenuta dell'Acquafredda a Roma. Lo ha deciso il legittimo proprietario: il Vaticano. Il problema è che i contadini perderanno assieme casa e lavoro. Anche se disposti a rinunciare alla casa non possono rinunciare alla terra da coltivare. La lunga storia la racconta Terranews dove spiega anche le motivazioni dello sfratto.

Spiega Angelo Bonelli presidente nazionale dei Verdi attraverso un comunicato stampa:

Nonostante la manifestazione davanti al Vaticano, i servizi televisivi, tra i quali quello di “Striscia la Notizia” e i molti articoli di giornali la procedura di sfratto dei contadini dalle terre del Parco dell’Acquafredda prosegue. Noi Verdi domani mattina dalle ore 8:00 saremo a via Acquafredda numero 88, presso la Torre Medioevale per opporci in maniera non violenta e pacifica a questo ingiusto provvedimento di sfratto a opera del Vaticano nei confronti dei contadini che in questa maniera perderanno in un colpo solo sia il lavoro sia la casa.