Italia e Raee 2011: Danilo Bonato di Remedia a Ecoblog

Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico

Se siete lettori abituali di Ecoblog, saprete certamente cosa sono i Raee: sono i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Pensate al vostro computer, al televisore, al cellulare, o anche alle lampadine a risparmio energetico, ne scriveva Peppe Croce qualche tempo fa. Ma non solo: i Raee si dividono in queste macrocategorie:

R1 (Freddo e clima), R2 (Grandi Bianchi), R3 (TV e Monitor), R4 (tutte le altre AEE al di fuori degli altri raggruppamenti), R5 (sorgenti luminose)

Settimana scorsa ho visitato due degli impianti in cui vengono lavorati questi rifiuti, la Relight di Rho e la Seval di Colico, entrambi partner certificati del Consorzio Remedia: luoghi incredibili, lo vedete nelle immagini della gallery. Poco fa invece ho sentito per telefono Danilo Bonato, direttore generale di Remedia e abbiamo fatto il punto sulla raccolta di questi rifiuti in Italia e non solo...

Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico

Il dato di base, spiega Bonato, è che l'Italia nella raccolta dei RAEE è che "Siamo partiti in ritardo di due anni, solo nel 2008, quando si sarebbe dovuti partire nel 2006". Motivo del ritardo, l'assenza di una serie di decreti attuativi: mancanza del legislatore quindi. Oggi come stanno le cose per quanto riguarda l'Italia e i Raee? Meglio, ma c'è da sottoscrivere il titolo del pezzo nell'immagine qui sotto.

La tabella pubblicata da Italia Oggi nel settembre scorso offre una panoramica sulla situazione:

raee italia oggi

"Piuttosto che niente, è meglio piuttosto" recita un proverbio lombardo, perfettamente applicabile alla situazione. Perché prima che arrivasse una normativa europea a regolamentare il caos, come venivano smaltiti i Raee? Spiega Bonato che "Non si faceva nulla, erano affidati al buonsenso dei Comuni che gestivano la raccolta. Spesso finivano in discariche abusive".

Ma quanto si riciclano in Europa i Raee? I dati variano molto da Paese a Paese. Precisa Bonato che "In Italia abbiamo raggiunto la soglia dei 4 kg per abitante nel 2010, ma siamo decisamente indietro: la Svezia per esempio ha un valore medio di 16 kg, la Grecia fa peggio di noi, appena 2 kg".

In tema, interessante questo comunicato della Commissione Europea per l'Ambiente di alcuni giorni fa

Janez Potočnik, commissario UE per l'ambiente, ha dichiarato: “Il mio vecchio cellulare contiene oro, platino, palladio e rame: tutte risorse rare in Europa. Una tonnellata di questi apparecchi contiene circa 280 grammi d'oro, 140 grammi di platino e palladio e 63,5 chilogrammi di rame. Non si tratta di rifiuti da interrare o incenerire, ma di risorse che dovremmo rispettare (...) la produzione complessiva di rifiuti è tendenzialmente in aumento (nel migliore dei casi, in via di stabilizzazione) nella maggior parte degli Stati membri, ma ad un ritmo più lento della crescita economica

Al telefono con Bonato salta fuori una frazione interessante: in Europa circa 1/3 dei Raee viene trattato dai consorzi e quindi riciclato, smaltito a norma. I restanti 2/3? "Prendono strade che possono essere la raccolta indifferenziata, in discarica, vengono cannibalizzati, e poi c'è l'export illegale".

L'export illegale è una piaga del settore: le destinazioni, continua Bonato sono "Africa, in Ghana e in Nigeria, e poi Cina e India". Cercando in giro, si trova anche qualche notizia del genere su Ecoblog, nel dicembre 2009 e prima ancora nel 2008. Paesi in cui c'è fame di materie prime per alimentare crescita e sviluppo senza scendere a compromessi con l'ambiente o con i diritti dei lavoratori.

I rifiuti più pregiati per l'export illegale sono tutti quelli che contengono schede elettroniche. Il motivo? Basta rileggere il primo capoverso nel comunicato della Commissione Europea per l'Ambiente, i nostri rifiuti elettronici sono una miniera d'oro. Ma come si fissa il prezzo?

I metalli prosegue Bonato "Vengono quotati al London Metal Exchange, quelli riciclati spuntano prezzi che vanno dal 15% al 30% in meno della materia prima non riciclata". Il rame vale circa 9500$ a tonnellata. Leggete le quotazioni sul LME, c'è tutto, il piombo per dire è decisamente più economico, 2485$ a tonnellata.

Ma per le schede elettroniche come si fissa il prezzo? Impianti come la Seval raccolgono il prodotto grezzo, poi ci sono acquirenti - per esempio penso alla Umicore, gigante belga del settore - che le acquistano. Fanno una campionatura del carico, la analizzano in laboratorio per scoprire le percentuali di metalli preziosi e poi fanno il prezzo. L'intera operazione dura circa un mesetto.

Per poi spuntare prezzi che vanno dai 5 ai 6mila euro a tonnellata, al cambio attuale tra i 6800 e gli 8100$. Ma nelle schede elettroniche, racconta Bonato, c'è anche altro di prezioso. Le terre rare. "Recuperare queste ultime ha anche un valore strategico, visto che il 97% della produzione mondiale avviene in Cina, sono 6-7 composti chimici molto preziosi utilizzati nella componentistica elettronica".

Un pezzo di PeaceReporter del 22 ottobre scorso vi racconta meglio di che si tratta:

"Se il Medio Oriente ha il petrolio, la Cina ha le terre rare", diceva Deng Xiaoping trent'anni fa. Si riferiva a diciassette elementi contenuti in diversi minerali e necessari alla costruzione di una sfilza di prodotti high-tech: dagli iPod alle fibre ottiche, passando per le batterie delle auto ibride e i missili telecomandati. Da qualche tempo sono al centro di un contenzioso tra Cina e Giappone, perché il Dragone ne detiene il novantasette per cento della produzione mondiale e ha repentinamente deciso di interromperne l'export verso il Sol Levante"

Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico
Remedia: gli impianti Relight a Rho e Seval a Colico

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: