Caccia nel 2010: il bilancio è di 25 morti e 75 feriti

caccia Durante la conferenza stampa dell'Associazione Vittime della caccia è stato reso noto il numero di vittime della stagione venatoria 2010 ossia 25 morti e 75 feriti non contando gli animali domestici.

Quest'anno intorno a questi dati si è sollevato un vero e proprio vespaio. In campo a contestare i numeri Face Italia (Federcaccia, Anuu Migratoristi, Enalcaccia, Libera Caccia) e il Cncn (Comitato Nazionale Caccia e Natura). Secondo i ''cacciatori'' sarebbero morte “solo” 22 persone e ne sarebbero state ferite 61.

La politica non è rimasta indifferente, il Senatore Pdl Valerio Carrara è intervenuto per contrapporre ai dati odierni il bilancio al ribasso dei cacciatori, mentre dall’altra parte si è schierata il Ministro del Turismo Michela Brambilla che in un comunicato ha dichiarato:

I dati del dossier dovrebbero far riflettere tutti, sopratutto alla luce dei sondaggi Ipsos e Eurispes che indicano che la larghissima maggioranza degli italiani è per l’abolizione o quantomeno la forte limitazione della caccia.

Via | Geapress
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: