La bufala del cane soppresso in Svizzera per tasse non pagate

cane soppresso in svizzera, è una bufala E' una bufala la notizia del cane soppresso in Svizzera poiché non sarebbe stata pagata una tassa di possesso sugli animali. Lo svela Paolo Attivissimo dal suo blog che ha ricevuto la smentita del sindaco coinvolto in questa brutta storia mediatica. Inoltre ha potuto accertare che non esiste nessuna signora Marilena Iannotta residente Reconvilier proprietaria di un cane da abbattere per evasione fiscale.

Il problema è che la storia è sfuggita di mano a tutti i media e che di conseguenza al sindaco Flavio Torti sono arrivate circa 700 mail contenenti minacce e insulti di ogni genere (ma nessuno che gli abbia chiesto se fosse vero).

Il Comunicato stampa del Comune di Reconvilier che già il 18 gennaio scorso smentiva la notizia; la lettera inviata a Paolo Attivissimo da Pierre-Alain Némitz, segretario municipale di Reconvilier.

Via | 20minutes
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: