Regione Veneto, stop al maxi fotovoltaico su terreno agricolo e a impianti a biomasse

giorgetti vince sulla moratoria del maxi fotovoltaico in veneto La Regione Veneto ha deciso di stoppare l'installazione di nuovi maxi impianti fotovoltaici su terreni agricoli fino al 31 dicembre di quest'anno. Restano in vigore le procedure di autorizzazione, invece, per i maxi impianti su tetti, aree dismesse, cave, capannoni, ecc. Il fermo che riguarda gli impianti con picchi di potenza superiori ai 200 kilowatt è stato approvato in seno alla Finanziaria Regionale e ha ottenuto 32 voti a favore, 16 astenuti e nessun contrario. Con l' art. 4 della finanziaria 2011 sono state fermate anche le procedure di autorizzazione per i nuovi impianti a biomasse con potenza superiore a 500 kilowatt e gli impianti a biogas e bioliquidi con potenza superiore a 1 megawatt.

Da chiarire che dalla moratoria sono escluse tutte le richieste di autorizzazione presentate fino all'entrata in vigore della legge finanziaria.

Ha spiegato Massimo Giorgietti (Pdl), assessore ai avori Pubblici, Energia, Polizia locale e Sicurezza e artefice con la Lega dell'emendamento sulla moratoria al fotovoltaico:

La Giunta proporrà presto al Consiglio regionale uno stralcio del Piano energetico del Veneto sulle fonti rinnovabili ma nel frattempo bloccherà fino a fine anno nuove autorizzazioni per impianti fotovoltaici in terreno agricolo che abbiano picchi di potenza superiori a 200 kilowatt. Sui capannoni di zone industriali, su tetti e sulle costruzioni si potrà continuare a impiantare quanto fotovoltaico si vuole.

Via | Consiglio Veneto, Il Giornale di Vicenza, Regione Veneto
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: