Bandite dall'Europa 6 sostanze chimiche dannose per ambiente e salute

bandite dall'europa sei sostanze chimiche L'Europa mette al bando sei additivi chimici usati tra cui tre ftalatiche rendono la plastica più soffice, una fragranza muschiata, un ritardante di fiamma e un indurente per resina epossidica perché considerati pericolosi per salute e ambiente.

Polimerica riferisce i loro nomi che sono:

5-ter-butyl-2,4,6-trinitro-m-xylene (musk xylene), 4,4'-diamminodifenilmetano (MDA), esabromociclododecano (HBCDD), di(2-etilesil) ftalato (DEHP), ftalato benzilico butilico (BBP) e ftalato dibutilico (DBP) prodotti che figurano in questo elenco non possono essere immessi sul mercato o usati a meno che non sia stata rilasciata un'autorizzazione per un uso specifico.

Ha detto il Commissario europeo all'ambiente Janez Potočnik:

Oggigiorno le sostanze chimiche sono ovunque. La decisione presa è un importante passo compiuto nmella direzione della difesa della salute e dell'ambiente.

Motivo della soddisfazione è che i composti chimici messi al bando si accumulano nell'ambiente e negli organismi viventi e costituiscono un reale rischio. Sebbene gli ftalati più tossici siano stati banditi nei giocattoli per bambini dal 1999, un sondaggio lo scorso ottobre ha mostrato che alcuni si trovano ancora nei prodotti sugli scaffali dei supermercati, inclusi negli oggetti regolarmente utilizzati dai bambini, come astucci e gomme.

Riferisce Chimici.info la lista dei prodotti in cui attualmente si trovano le sostanze bandite:


  1. Il Musk xylene viene impiegato come ingrediente di detergenti, ammorbidenti, agenti smacchianti, deodoranti per la casa e altri prodotto di uso domestico.
  2. L’Mda (diamminodifenilmetano) è un agente indurente utilizzato nelle resine per rivestimenti, nella fabbricazione di alcuni tipi di tubazioni e anche in adesivi.
  3. L’Hbcdd (esabromociclododecano) è un ritardante di fiamma presente nei pannelli isolanti nel settore delle costruzioni e nei veicoli a motore. È impiegato anche in applicazioni tessili come ignifugo in mobili imbottiti, interni e tessuti delle automobili.
  4. Migliora invece la flessibilità di prodotti per interni ed esterni - come pavimenti, coperture, fili, cavi, tubi, profili, tessuti resinati - il Dehp (etilesil ftalato) che è anche utilizzato in adesivi, sigillanti, gomma, vernici e inchiostri da stampa.
  5. Il Bbp (ftalato benzilico butilico) è un plastificante presente nei materiali utilizzati per la pavimentazione, per il rivestimento di pelle e tessuti, ma anche in adesivi, sigillanti, vernici e inchiostri per stampanti.
  6. Si trova nei plastificanti utilizzati nelle applicazioni dei polimeri interni ed esterni, come i pavimenti, e prodotti tessili avanzati il Dbp (ftalato di butilico), la sesta sostanza a dover sparire dal mercato nello spazio di tre-cinque anni.

Via | Euractiv
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail