Poligono militare di Quirra: proseguono le indagini

Esercitazione militareQualche settimana fa su Ecoblog parlammo dei presunti problemi ambientali e di salute derivanti dalle esercitazioni militari del Poligono militare di Quirra in Sardegna. In quell'occasione non si fecero attendere le feroci polemiche da parte di alcuni lettori che giudicavano prive di fondamento quelle notizie. Ora, al di là di tutto e memore della promessa fatta di continuare a seguire la vicenda con attenzione, vorrei riportarvi quanto accaduto in questi ultimi giorni a Quirra.

La Procura della Repubblica di Lanusei infatti, per fare luce sui casi di tumore e malformazione degli animali nelle zone adiacenti il Poligono militare, ha deciso di conferire un incarico a degli esperti dell'Enea che dovranno accertare, entro un mese, se effettivamente vi è pericolo grave per la salute pubblica e per lo svolgimento contemporaneo dell'attività di pastorizia e militare. Intanto, sempre per dovere di cronaca, proseguono gli accertamenti per capire se nelle casse rinvenute nei giorni scorsi in vari depositi del Poligono vi sia la presenza o meno (così come si sospetta) di uranio arricchito.

Per la prima volta nella lunga storia del Poligono è partito quindi un conto alla rovescia dai risvolti in certo senso storici: infatti se i risultati tra le attività militari e quelle di allevamento dovessero dimostrarsi incompatibili, il futuro del Poligono sarebbe messo seriamente a rischio. Di certo, qualsiasi sarà il risultato, non mancheranno le polemiche dato che la popolazione vive oggi divisa fra chi difende il Poligono per mantenere il proprio posto di lavoro e chi invece ha paura per la propria salute.

Fra poco meno di un mese avremo risposte più certe; ciò che si spera è che le indagini vengano svolte nella trasparenza più assoluta e soprattutto gli interessi del territorio prevalgano, ovviamente, su quelli economici.

Via | Unionesarda.it
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: