Il presidente Napolitano ha firmato il decreto Romani "Ammazza Rinnovabili"

Il presidente Napolitano ha firmato il decreto Romani \

Niente da fare, Napolitano ha firmato il decreto Romani sulle rinnovabili da molti ribattezzato decreto "ammazza rinnovabili" per gli esiti che potrebbe avere sull'industria italiana delle fonti di energia pulita. Lo si apprende leggendo un paio di righe sul sito del Quirinale nella sezione "Atti normativi":

D.Lgs 03/03/2011, (In attesa di pubblicazione)
Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE

A nulla sono servite, quindi, le critiche rivolte al decreto scritto da Paolo Romani (e leggermente smussato da Stefania Prestigiacomo) dalle associazioni ambientaliste e dall'industria italiana delle energie rinnovabili. In particolare non sono stati accolti i rilievi di incostituzionalità mossi al decreto che, di punto in bianco e con effetto retroattivo, cambia le carte in tavola in un mercato in fortissima espansione e che genera un giro di affari miliardario. Probabile, a questo punto, qualche ricorso alla Consulta.

Qui la lettera inviata qualche giorno fa dalle associazioni delle rinnovabili, Aper, Gifi e Asso Energie future per chiedere al Presidente Napolitano di non firmare il decreto

Via | Quirinale
Foto | Quirinale

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 644 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO