SOS Clima, le associazioni ambientaliste a Montecitorio chiedono a Renzi impegni sull'ecologia

Le principali associazione ambientaliste italiane con gli imprenditori della gren economy chiedono al neo premier Matteo Renzi di essere presente e incisivo in Europa in merito alle politiche contro i cambiamenti climatici.

Gli ambientalisti e gli imprenditori della green economy hanno manifestato oggi a Piazza Montecitorio dalle 11,30 per SOS Clima. La manifestazione nasce per chiedere al Premier Matteo Renzi di essere leader con l'Italia alla lotta ai cambiamenti climatici in Europa. Sul piatto il semestre di presidente italiana e due appuntamenti quali l'incontro dei ministri per l'Ambiente europei il prossimo 3-4 marzo e la riunione del Consiglio europeo che deciderà nel merito dei target per clima energia fino al 20130.

rinnovabili roma

Le associazioni che hanno aderito alla manifestazione sono: Coordinamento FREE (Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica), Greenpeace, Legambiente, Kyoto Club, Comitato Si alle Energie Rinnovabili No al Nucleare e WWF e hanno per l'occasione scritto una lettera in cui spiegano:

L’Italia con il precedente esecutivo, ha già espresso il suo impegno (insieme a Germania, Francia, Danimarca e altri quattro stati) in favore della definizione di tre target ambiziosi e vincolanti per il contenimento delle emissioni di gas serra e lo sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica. (…) Gentile Presidente, le chiediamo di confermare l’indirizzo sin qui espresso dall’Italia e di fare ancora di più.

Le associazioni firmatarie spiegano che gli obiettivi individuati dalla Commissione Europea sono insufficienti e per questo chiedono al governo Italiano di esprimersi verso un rialzo. Il Parlamento Europeo dunque dovrebbe fissare nuovi obiettivi diciamo così al rialzo a partire da:

riduzione del 40% delle emissioni di gas serra rispetto ai livelli del 1990; produzione di almeno il 30% del consumo finale complessivo di energia da fonti rinnovabili; incremento dell’efficienza energetica del 40%.

Scrivono le associazioni nel loro appello:

Si chiede dunque a Renzi di puntare più in alto e contribuire a definire una politica comunitaria ambiziosa in materia di contrasto ai cambiamenti climatici. Target ambiziosi di contenimento delle emissioni di gas serra, così come di sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, sarebbero in grado - come confermano numerose ricerche - di sostenere l’Europa fino a trainarla fuori dalla recessione; e sono imprescindibili per decarbonizzare l’economia del continente, tornando a posizionare l’UE come avanguardia, sullo scacchiere internazionale, nella lotta al global warming.

A oggi ha aderito pubblicamente il Movimento 5 Stelle.

Foto | Serena Pellegrino su Fb

  • shares
  • Mail