Dalla Sardegna 97 rose rosse e bianche sostenibili a Margherita Hack

97 rose rosse e bianche sostenibili a margherita hack

Un paio di giorni fa l'astrofisica Margherita Hack che in passato si era detta favorevole ritorno di centrali atomiche in Italia, meglio in Sardegna e aveva avanzato anche soluzioni per le scorie nucleari, ha fatto un passo indietro ammettendo che forse è meglio aspettare e investire piuttosto nelle rinnovabili.

Ugo Cappellacci, che è il presidente della Regione per il prossimo 12 giugno, data del compleanno della Hack, per sottolinearne l'apprezzamento, le ha inviato 97 rose banche e rosse (i colori della Sardegna) provenienti da serre sarde alimentate a energie rinnovabili.

Perché 97 rose? Giammai a rivelare gli anni della professoressa, ma il 97 corrisponde alla percentuale di sardi che nella tornata elettorale dello scroso 15 e 16 maggio si sono espressi contro la costruzione di centrali nucleari sull'isola. Infatti, secondo il piano Sardegna CO2.0 l'obiettivo è arrivare all'autonomia energetica ricorrendo a fonti rinnovabili.

La Hack, però oltre a fare un passo indietro ha anche sottolineato quanto sia necessario continuare a studiare il nucleare.

Via | Rosa Rossa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail