Domenico Finiguerra: "Referendum sull'acqua, la battaglia è appena iniziata"

domenico finiguerra "Non pensavo che si arrivasse a tanto". E' questa la considerazione a caldo di Domenico Finiguerra fatta sulla percentuale del 60% del quorum raggiunta al referendum. Finiguerra è il sindaco di Cassinetta di Lugagnano, comune virtuoso che non consuma il territorio e colui che ha raccolto circa 1milione di iscritti sulla pagina Fb Acqua bene pubblico.

Finiguerra lo sento al telefono a pochi minuti dall'annuncio del quorum superato al referendum abrogativo per i due quesiti sull'acqua e subito manifesta la sua gioia per il la valanga di voti, ma chiarisce anche che la battaglia per tenere l'acqua pubblica è appena agli inizi:

Da un punto di vista politico è emersa una chiara indicazione per tutte le forze in gioco, incluso il Pd: gli italiani non vogliono alcun tipo di mediazione e che l'acqua resti pubblica.

D.: Il punto però è che non sempre il pubblico garantisce servizi adeguati e risparmio idrico.
R.: Indubbiamente, per questo dico che la battaglia è agli inizi.


D.: Come dovrebbero muoversi ora i Comitati il vero cuore di questa rivoluzione partita dal basso e con il passaparola?
R.: Mi lasci dire che effettivamente questo referendum è stato vinto grazie alla forza dei comitati che hanno saputo coordinare dal basso e con pochi mezzi l'opinione pubblica verso la vittoria dei Si contro la privatizzazione dell'acqua. I veri vincitori sono loro con tutti i cittadini che hanno espresso il loro voto. Ora il Forum dell'acqua si deve muovere affinché l'acqua sia gestita da un servizio pubblico efficiente.

D.: Insomma, invita a non perdere questo grande serbatoio di impegno civile e politico che è sorto spontaneamente?
R.: Ricordo che i Comitati hanno raccolto oltre un milione e 400mila firme quando nessuno credeva fosse possibile. Oggi i cittadini reclamano un nuovo modo di fare politica.

D.: Come ci si arriverà secondo Lei?
R.: Continuando a studiare. La politica ha smesso di farlo e iniziando a cercare soluzioni possibili e efficaci.

D.: Un po' antipatico che i comitati non siano presenti nelle dirette dei Tg di La7 e Rai Tre, ma che ci sia la solita passerella di politici e giornalisti: non trova?
R.: Abbiamo un problema nella comunicazione, comunque i vincitori sono i Comitati.

Foto | Fb

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1193 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO