3Sun, il fotovoltaico made in Sicily, ai nastri di partenza?

3Sun, il fotovoltaico made in Sicily, ai nastri di partenzaSul sito web del Sole 24 Ore esce oggi un piccolo reportage sulle imprese siciliane attive nel settore delle energie rinnovabili. Per la precisione imprese del sud-est siciliano, province di Catania, Ragusa e Siracusa. Tra le poche notizie riportate nell'articolo (e non è strano, è un reportage e non un'inchiesta...) ce n'è una importante: ai primi di luglio 3Sun "avvierà nella piana di Catania la più grande fabbrica italiana di produzione di pannelli fotovoltaici", per iniziare a produrre realmente forse già in autunno.

3Sun, per chi non lo ricordasse, è la joint venture paritaria tra Enel, Sharp e StMicroelectronics. In quest'impresa "il pubblico" ha un ruolo di peso: prima di tutto perché il Cipe (Il Comitato interministeriale per la programmazione economica del Consiglio dei Ministri), che è retto guarda caso dal sicilianissimo Gianfranco Micciché, nel progetto ci mette ben 49.055.000 euro (delibera 74 del 2010).

Poi perché sia Enel che StMicroelectronics sono società semipubbliche, rispettivamente italiana e italo-francese (quest'ultima con Areva nel capitale).

Che "il pubblico" voglia investire nelle rinnovabili, in ogni caso, non c'è affatto nulla di male, anzi. Semmai il problema è un altro: lo strabismo (di Mercurio, non di Venere) della politica energetica italiana. L'avvio dell'avvio della semipubblica 3Sun, infatti, viene a cadere in pieno Quarto Conto Energia mentre la sua definizione societaria nasce con il Terzo Conto Energia. Le trattative tra Enel, StM e Sharp, però, c'è da scommettere che siano iniziate in pieno Secondo Conto Energia.

L'annuncio, con tanto di reportage, dello "stato dell'arte" di 3Sun, infine, viene dato dal Sole. Che è il giornale di Confindustria, associazione che fino a pochi giorni fa ha lottato strenuamente per il ritorno al nucleare italiano e, tramite il Gifi-Anie, per l'abbattimento degli incentivi statali all'energia fotovoltaica. Obbiettivo, tra l'altro, perfettamente raggiunto col decreto "ammazza rinnovabili" e il Quarto Conto Energia.

3Sun, però, a regime dovrebbe riuscire a produrre 240 MW l'anno di pannelli fotovoltaici a tecnologia giapponese Sharp. Li manderemo all'estero?

Via | Il Sole 24 Ore
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: