Ue, la Commissione porta a Rio +20 la green economy mondiale

green economy

La Commissione europea ieri ha chiesto formalmente impegni per la green economy. A lanciare l'appello è Janez Potočnik Commissario all'Ambiente che presenterà la lista delle iniziative alla Conferenza internazionale delle Nazioni Unite Rio +20 che si terrà in Brasile nel giugno del 2012.

In gioco con la green economy lo sviluppo sostenibile per il rilancio planetario dell'economia. La comunicazione dunque è stata diffusa e contiene gli obiettivi e le azioni specifiche che porteranno dopo la Conferenza di Rio +20 alla transizione verso un economia verde e a una migliore governance mondiale per lo sviluppo sostenibile. Il documento stabilisce le basi di un dialogo più consistente tra la Commissione europea, il Consiglio e il Parlamento, i diversi paesi, la società civile e le imprese rispetto a una comune posizione europea che sarà presentata alle Nazioni Unite entro il prossimo 1° novembre.

Insomma, andranno concordate le misure comuni per l'economia verde. Vabbè, bei propositi, ma in pratica? Investimenti dirottati verso le risorse chiave quali acqua, energie rinnovabili, risorse marine, biodiversità e servizi ecosistemici, agricoltura sostenibile, foreste, rifiuti e riciclo. Nota Janez Potočnik:

Sono la base di sussistenza per milioni di persone e potrebbero diventare aree di sviluppo economico futuro e nei mercati mondiali.

Accanto una serie di strumenti per la regolamentazione dei mercati come le eco-tasse, i permessi, incentivi ambientali dovranno essere messi in gioco al fine di favorire la crescita dei settori e garantire l'applicazione delle stesse regole a tutte le aziende.

Via | Euractiv
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail