Da Napoli le 6 regole per ridurre la monnezza

6 regole ammazza rifiuti Gira a Napoli e provincia, in queste ore di emergenza rifiuti la cui risoluzione del nuovo team del Sindaco De Magistris e del Vice Sindaco Tommaso Sodano sia stata boicottata, il volantino che vedete accanto. Insegna a produrre meno rifiuti, proprio per coinvolgere la gente a essere parte attiva nella gestione della monnezza. L'iniziativa nasce dagli stessi napoletani oramai sfiniti da questa guerra in atto contro ogni standard di civiltà e pulizia.

Sono certamente piccoli, piccolissimi passi, ma se moltiplicati per gli oltre 4 milioni di abitanti della metropoli più hinterland, potrebbero iniziare a produrre un serio effetto. Il coinvolgimento dei cittadini perciò è fondamentale sopratutto per il corretto conferimento dei rifiuti che andrebbero differenziati e poi consegnati alle isole ecologiche, in attesa che parta il servizio Porta a Porta.

I consigli, naturalmente sono validi per tutti, facilmente applicabili e sono:


  1. Evitare di depositare in strada plastica, carta, alluminio e vetro.
  2. Non utilizzare acqua e bibite in bottiglie di plastica e vetro - utilizzare solo acqua pubblica.

  3. Accumulare il materiale in casa, quello che non puzza, il più a lungo possibile.
  4. Comprare solo alimenti sfusi e non imballati, (verdure, carne, pesce, ecc.).
  5. Riducete al minimo la produzione di umido (cucinare solo quello che serve).
  6. Utilizzare detersivi alla spina.

Foto | Fb

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: