Estrazioni di petrolio, in arrivo la delega per il governo

Estrazioni di petrolio, in arrivo la delega per il governoNovità in vista per la normativa sulle estrazioni di petrolio e gas naturale made in Italy: la commissione Industria del Senato ha preparato un testo base da passare al governo con la delega a riorganizzare la materia semplificando le procedure e snellendo le autorizzazioni.

Simona Vicari, senatrice palermitana del Pdl che guida la commissione, ha affermato che la nuova normativa porterà più lavoro, meno burocrazia e più soldi con le royalties:

Anche nel difficile momento attuale sono presenti nel nostro Paese progetti privati cantierabili che prevedono investimenti per oltre 5 miliardi di euro e il cui avvio è bloccato per vari motivi procedurali autorizzativi. A tali investimenti corrisponderebbe un livello occupazionale di oltre 30.000 occupati anno nelle attività dirette e nell’indotto, principalmente nelle regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Basilicata e Sicilia, che potrebbe superare 58.000 occupati anno, considerando i servizi indiretti (quali trasporti, alberghi, pulizie, e così via), senza ricorrere ad alcun incentivo pubblico

Per quanto riguarda le royalties, poi, le nuove cifre parlano di 16.000 euro a chilometro quadrato per la ricerca di ibrocarburi, 24.000 in caso di proroga della concessione, e molto meno per le ricerche sismiche di petrolio e gas.

Via | Fuori Tutto
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: