Guerra Usa in Afghanistan e Iraq:20mld di dollari in aria condizionata

alloggi militari con aria condizionata

Le truppe militari americane in Iraq e Afghanistan spendono annualmente in aria condizionata 20,2 miliardi di dollari. E sono computate come spese extra. Rappresentano un vero e proprio budget che supera quello previsto per la NASA o quanto ha pagato BP per il disastro ambientale causato dall'esplosione della piattaforma di esrazione Deepwater Horizon o ancora la spesa prevista dal G8 per sostenere le nuove democrazie in Egitto e Tunisia.

Spiega Steven Anderson che ha lavorato alla Logistica in Afghanistan:

Per alimentare un condizionatore d'aria in un remoto avamposto in Afghanistan serve un gallone di carburante che deve essere spedito da Karachi, in Pakistan, quindi condotto per 800 miglia in 18 giorni per l'Afghanistan su strade che a volte sono poco più che "sentieri delle capre". Senza considerare inoltre tutti i rischi associati allo spostare carburante su queste strade.

Infatti Anderson stima che oltre 1.000 militari sono morti su convogli che trasportavano carburante, considerati obiettivi primari per l'attacco.

Le spese non si abbatteranno neanche con il rientro di 30mila uomini perché comunque chi resterà in Iraq e Afghanistan continuerà a usare le risorse nella stessa identica maniera. Infatti i costi si annidano nelle strutture e non nelle truppe.

Foto | 25idl Army
Via | NPR

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: