Monnezza a Napoli: da Montecarlo una soluzione indiana

fissore agency propone soluzioni all'emergenza rifiuti a napoli

Diego Fissore, ingegnere e amministratore della Fissore Agency di Monaco vuole aiutare i napoletani a risolvere il problema emergenza rifiuti. E come? Con i sistemi studiati e messi a punto dalle sue cinque società che hanno sede nel Principato di Monaco. Ma precisa che non usa inceneritori. Anzi, racconta proprio delle difficoltà avute per ottenere tutte le autorizzazioni necessarie:

Abbiamo speso molto tempo per le pratiche burocratiche. Soltanto per ottenere le certificazioni CE sono passati più di due anni. Siamo autorizzati a proporre le nostre soluzioni da gennaio di quest’anno. E poi la lobby degli inceneritori è molto potente.

In sostanza l'Ing. Fissore usa una tecnologia inventata da Raghavendra Rao ingegnere indiano con lunga esperienza alla società governativa Petronas compagnia petrolifera malesiana. L'idea è di trasformare la plastica in carburante (tecnologiaP2P) e di recuperare dall'indifferenziata il vetro, l'alluminio, plastica e organico, usando il vapore (tecnologia Autoclave). I costi? si va dai 6 ai 60 milioni di euro ma se c'è bisogno l'ingegnere ha appoggi presso banche internazionali.

La notizia la riporta Il Mattino e come tale la riprendo anche se mi assale il dubbio che sia una supercazzola (smentitemi nel caso).

Foto | Fissore Agency

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: