Video: Marco Travaglio perché vuoi depenalizzare i reati contro gli animali?

Marco Travaglio risponde alle veementi proteste degli animalisti in merito alla sua proposta di depenalizzare i reati contro gli animali. Dal Blog di Grillo avvia il suo predicozzo contro gli animalisti rei di supportare con le loro leggi a difesa dei diritti animali l'ingolfamento dei tribunali italiani. Il sermone dal minuto 31. Travaglio, invece che reati da codice penale, propone multe salate .

Di tutt'altro parere Maurizio Santoloci, magistrato e direttore dell’Ufficio Legale LAV che precisa un po' di aspetti che il buon Travaglio dovrebbe mettere meglio a fuoco:

Marco Travaglio prosegue affermando che in luogo del reato ("penale") si dovrebbe irrogare una multa in via amministrativa appellabile una sola volta, “peccato che la "multa" è una sanzione penale per i reati-delitti, che solo un giudice penale può irrogare (e che poi è proprio l'attuale pena prevista per chi maltratta gli animali!) una "multa" non può essere certo "amministrativa": semmai si tratterà di una "sanzione amministrativa" (singolare, poi, in questa miscellanea giuridica a cavallo tra penale ed amministrativo il nuovo concetto di unico grado di "appellabilità")”. Al d là di tali aspetti formali (che pure sono fondamentali), va rilevato che la "sanzione amministrativa" che Travaglio (confondendola con la multa “penale”) auspica per i reati a danno degli animali è una sanzione della stessa natura e tipologia dell'illecito di parcheggio di auto in divieto di sosta! Vi immaginate quale effetto deterrente e repressivo tale sanzione può avere verso chi fa del maltrattamento degli animali uno stile comportamentale seriale ed un business sistematico, oltre ai fenomeni della zoomafia come i combattimenti tra cani o le corse clandestine dei cavalli? E si dimentica che il maltrattamento riguarda non gli episodi risibili da lui citati ma fatti gravi nel campo della macellazione, trasporto su strada, bracconaggio, e molti aspetti commerciali ove l'animale è ancora trattato come una cosa inanimata.

Le mafie si nutrono di questo genere di reati. Caro Travaglio depenalizzare i reati contro gli animali significa fare un favore alla criminalità organizzata. Con buona pace del pitone del suo amico.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: