All'Istituto Vallauri l'energia si produce pedalando

BiciclettaParecchio tempo fa parlammo di un interessante progetto dell'Istituto G Vallauri di Roma. Era il 2007 e l'istituto scolastico romano vinceva il premio Bmw Clean Energy Award riservato ad idee particolarmente innovative in tema di energie rinnovabili. Ebbene, quello che era un progetto sulla carta si è ora convertito in realtà, tanto che alla fine di quest'ultimo anno scolastico è stato reso operativo.

L'idea, nata da Oscar Santilli, insegnante dell'istituto, ha come obiettivo quello di migliorare la conoscenza e la coscienza delle questioni energetiche, attraverso un canale educativo alternativo alla didattica scolastica tradizionale. Alla fine dell'anno scolastico è stata pertanto inaugurata la "sala dell'energia", attrezzata con diciotto cyclette in grado di produrre energia elettrica, per mezzo di alcune dinamo attivate dalle pedalate o rotazioni a manovella. La particolarità del progetto non si ferma però qua, tanto che, per evitare che ad usufruire dei mezzi siano i soliti nomi, si è deciso di diffondere l'iniziativa a quanti più studenti possibile.

Ad ogni ragazzo è stata quindi data una card per accumulare i propri crediti energetici attraverso cui è possibile ricevere dei premi. In sostanza, tanto più uno studente sarà in grado di produrre Wh pedalando, quanto più gli sarà possibile accumulare crediti che potranno essere convertiti in ingressi al cinema, libri o musica in rete. I crediti saranno visibili in diretta su un display e memorizzati su un database accessibile dalla rete. L'iniziativa però non si ferma qui; infatti è prevista anche una quota aggiuntiva di crediti riservata a coloro che, oltre a pedalare sui rulli, verranno a scuola in bici. Per quanto il progetto sia partito già da quest'anno, sarà però operativo al 100% soltanto dal prossimo settembre: la speranza è quella di incentivare gli studenti a comportamenti più sostenibili cercando di far loro capire il valore del risparmio energetico e l'importanza delle fonti di energia rinnovabile.

Via | Aetanet.org
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: