Europa: Si ai depositi di scorie nucleari in altri paesi

nuova direttiva europea sui depositi nucleari

Depositi definitivi e geologicamente sicuri. Ma con possibilità di fuga all'estero. Questa la sorte prevista per i 50mila metri cubi di scorie nucleari prodotte ogni anno dai 143 reattori nucleari presenti in 14 stati europei. La direttiva che ne regolamenta le scorie giunge dopo 8 anni di discussioni e con una deroga rispetto al testo iniziale che prevedeva il principio che chi produce scorie non solo se le tiene ma provvede anche a stoccarle in depositi di massima sicurezza. L'adeguamento normativo nei singoli Stati membri entro il 2015.

Nel testo approvato, invece, ritorna la possibilità di portare all'estero in Paesi terzi le scorie a patto che l'ospitante sia attrezzato con un deposito sicuro e definitivo. Se non si dovessero verificare queste condizioni allora il rischio sarebbero le procedure di infrazione e multe salate.

Per le associazioni ambientaliste la direttiva non fa altro che autorizzare l'esportazione verso paesi terzi poiché in ogni caso più economicamente conveniente.

Via | Euractiv
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: