Uranio, scoperta in India la più grande miniera: nucleare avanti tutta

miniera di uranio di tumalapalle

Sarebbe stata scoperta in India la più grande miniera di Uranio. La dichiarazione arriva da Srikumar Banerjee Ministro per l'energia nucleare che riferisce che la miniera di Tummalapalle in Andhra Pradesh sarebbe in grado di fornire fino a 150mila tonnellate di uranio.

L'annuncio è stato fatto in occasione della posa della prima pietra della nuova centrale nucleare di Rawatbhata in Rajasthan con quattro reattori da 700 MW. In India già sono presenti 25 centrali nucleari e altre sono in via di costruzione tra cui quella di Jaitapur in Maharashtra, in collaborazione con i francesi di Areva. Questo impianto sorgerà in una zona altamente sismica che sta vendendo le accese proteste dei cittadini. La zona destinata alla centrale è stata militarizzata e le associazioni ambientaliste hanno inviato una lettera al Presidente Nicolas Sarkozy per invitarlo a non far replicare la catastrofe nucleare di Fukushima Daiichi anche in India.

Dunque, ecco che l'annuncio del Ministro Banerjee assume tutt'altro sapore. Infatti nella sua dichiarazione, riportata dal The Hindu spiega che alla miniera di Tummalapalle le opere esplorative sono tutt'ora in corso e che allo stato attuale in India si stimano disponibili riserve di uranio pari a 175mila tonnellate di uranio. Anche se ha specificato che:

La riserva locale di uranio non è ancora sufficiente a soddisfare la domanda complessiva per lo sviluppo nucleare del paese. Ci sarebbe ancora un gap significativo e ne dovremo importare ancora. L'energia nucleare è assolutamente essenziale per soddisfare la crescente fabbisogno energetico del paese. Se l'economia deve crescere del 9 per cento annuo, abbiamo bisogno di un 10 per cento di crescita nella produzione di elettricità. Noi non possiamo fare a meno dell'energia nucleare.

Via | The Hindu, Le Monde, One in India, Athirady
Foto |Ucil

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: